Usiamo cookies proprie e di terzi per realizzare analisi della nostra pagina internet e migliorare il servizio. Se continua navigando consideriamo che accetta l'uso dei cookies.

Notizie

Che tipo di esami devo eseguire prima di iniziare un trattamento di riproduzione assistita?

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Indipendentemente dal fatto che tu abbia deciso di essere una madre single, due mamme come coppia, o mamma e papà, dovresti sapere che quando vai in un centro di riproduzione assistita ci sono alcuni test che ti chiederanno prima iniziare il trattamento di fertilità.

Alcune analisi verranno ordinate esclusivamente sulla base dell'anamnesi del paziente o della coppia, nonché della tecnica da eseguire. Tuttavia, ci sono una serie di test di base che è consigliabile presentare il primo giorno. Soprattutto se l’intenzione è di eseguire il trattamento all'estero, dovranno essere fatti in modo da poter arrivare con i risultati a portata di mano. Ciò consentirà agli specialisti di avere un'idea migliore della via da seguire e accelerare alcune procedure.

Per le donne, questi pre-test sono i seguenti:

  • Ecografia ginecologica. È un esame ecografico, solitamente eseguito dal ginecologo per via vaginale, che permette di valutare l'utero, l'endometrio e le ovaie (dimensione, numero di follicoli antrali, ecc.).
  • Analisi ormonale di base. Un prelievo di sangue effettuato tra il primo e il terzo giorno del ciclo mestruale che serve a valutare sia la riserva ovarica che le alterazioni ormonali. Tra gli indicatori più importanti da studiare ci sono l'ormone anti-Mülleriano (AMH) e alcuni ormoni tiroidei.
  • Esami del sangue per determinare il gruppo sanguigno, nonché sierologie: epatite B, epatite C, HIV e sifilide.
  • In alcuni casi si consiglia anche un'isterosalpingografia. È uno studio di imaging eseguito dal radiologo che introduce liquido con contrasto attraverso la cervice e che, attraverso i raggi X, consente di valutare la cavità uterina e la pervietà delle tube di Falloppio.

Nel caso dell'uomo:

  • Spermiogramma. Si raccomanda che questo venga fatto nella clinica della fertilità in modo che il campione venga valutato da biologi specializzati in riproduzione assistita che presteranno particolare attenzione ai parametri che più influenzano la fertilità.
  • Sierologia del sangue: virus dell'epatite B (HBV) e C (HCV), virus dell'immunodeficienza umana (HIV) e sifilide.

Sia negli uomini che nelle donne, sotto l'indicazione clinica, è consigliabile effettuare uno studio del cariotipo, che viene utilizzato per verificare la normalità o l'anomalia dei cromosomi. Dipenderà dalla storia personale e/o familiare, nonché dalla precedente storia riproduttiva (aborti, fallimento dell'impianto, alterazioni cromosomiche in precedenti gravidanze).

Infine, ricorda che tutte le informazioni che potrai fornire saranno di grande valore per gli specialisti: referti di trattamenti di riproduzione effettuati in precedenza o documentazione medica se c'era una precedente malattia, ad esempio.

 

Info Istituto iGin

l'Istituto iGin è un centro medico specializzato in Ginecologia e riproduzione assistita.
Con sede principale a Bilbao, in una infrastruttura moderna offre i suoi servizi utilizzando le tecnologie più moderne senza sottovalutare il rapporto umano.