Usiamo cookies proprie e di terzi per realizzare analisi della nostra pagina internet e migliorare il servizio. Se continua navigando consideriamo che accetta l'uso dei cookies.

Notizie

Consigli su come migliorare la qualità del seme

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Sappiamo tutti che un seme di buona qualità aumenta la possibilità di rimanere incinta. Tuttavia i dati statistici ci dicono che negli ultimi anni la qualità del seme sta peggiorando: quasi la metà dei casi di infertilità sono riconducibili a un fattore maschile. Ma è possibile intervenire per migliorare la qualità del seme?

Nonostante i progressi tecnologici ci permettano di sfruttare al meglio i campioni seminali in laboratorio, esistono una serie di fattori esterni che potrebbero contribuire a un miglioramento della qualità spermatica. Di seguito vi spieghiamo questi fattori.

Fumo e alcol

Limitare (o ancora meglio, farne a meno) il consumo di sostanze tossiche è uno dei primi passi da compiere. È stato dimostrato che negli individui che fumano o bevono regolarmente la qualità del seme è inferiore. Conviene dunque smettere di fumare o ridurre il consumo di alcohol quando si cerca una gravidanza con un trattamento di riproduzione assistita.

Sport e attività fisica

Praticare attività fisica con regolarità non è solamente un modo splendido e divertente per mantenersi in forma, ma incrementa alcuni parametri fondamentali nel seme. Ad ogni modo, il consiglio è quello di moderare l’attività fisica; è stato accertato che lo sport praticato con grande dispendio fisico e in sovrasforzo può peggiorare la qualità del seme.

Vestiti

Da un po’ di tempo a questa parte sono tornati di moda i pantaloni stretti e attillati. Indossare assiduamente questo tipo di vestiti può peggiorare la qualità del seme, per motivi quali l’aumento della temperatura genitale o l’aumento di pressione esercitata sui testicoli.

Elettronica

Qualsiasi aumento della temperatura nella zona inguinale può compromettere la qualità del seme. Per questo motivo, ad esempio, abbandonare l’abitudine di poggiare il portatile sul grembo, o di infilare lo Smartphone nella tasca anteriore dei pantaloni, puó dare i suoi frutti, soprattutto quando il dispositivo è in surriscaldamento dopo un uso prolungato e intenso.

Alimentazione

Siamo quello che mangiamo. Una dieta sana ed equilibrata influisce positivamente su molti aspetti della nostra vita. Qualità del seme inclusa. Alcuni nutrienti incidono più che altri sugli spermatozooi: l’acido folico (presente nei cereali integrali, legumi e verdure), la vitamina C (frutta e verdura), la luteina e il beta-carotene (spinaci, lattuga, carote).

Abitudini quotidiane

Esistono una serie di abitudini quotidiane che potrebbero contribuire a un deterioramento del seme. Un esempio: il nostro modo di affrontare lo stress. Anche se a volte è impossibile evitarlo, adottare una strategia per combatterlo può rivelarsi la soluzione più giusta: fare attività fisica, entrare in terapia, o più semplicemente dedicarsi ad attività di svago che ci liberino la mente. Il sesso è una pratica positiva, oltre a rilassarci permette di rigenerare gli spermatozoi.

Ricordatevi che nel mese di marzo offriamo lo spermiogramma gratuito. Se volete realizzare il vostro studio riproduttivo potete chiedere appuntamento qui o telefonando al numero 946 510 701. Vi aspettiamo.

Info Istituto iGin

l'Istituto iGin è un centro medico specializzato in Ginecologia e riproduzione assistita.
Con sede principale a Bilbao, in una infrastruttura moderna offre i suoi servizi utilizzando le tecnologie più moderne senza sottovalutare il rapporto umano.